Laboratorio di Immunopatologia sinaptica

Responsabile scientifico Georgia Mandolesi

Responsabile

 

Staff

 

Georgia Mandolesi

 

-        Georgia Mandolesi (professore associato)

-        Alessandra Musella  (ricercatore)

-        Rosella Mechelli (ricercatore)

-        Antonietta Gentile (post doc)

-        Francesca Romana Rizzo (post doc)

-        Francesca De Vito (post doc)

-        Silvia Bullitta (dottoranda)

-        Livia Guadalupi (dottoranda)

-        Valentina Vanni (post doc)

-        Diego Fresegna (post doc)

 

 

Tecnologie e Metodiche di laboratorio

 

 

 

- INDUZIONE DELL’EAE CRONICO PROGRESSIVO L’induzione dell’EAE cronico-progressivo tramite IMMUNIZZAZIONE attraverso somministrazione sottocutanea della glicoproteina maggiore oligodendrocitaria (MOG)35−55 in topi C57BL6

- MODELLO CUPRIZONE: topi C57BL/6 di 8 settimane trattati con mangime standard arricchito con cuprizone allo 0,2% (chelante del rame)

- MODELLO CHIMERICO EX VIVO DI SM: Linfociti T isolati da pazienti SM o liquido cerebrospinale incubato su fettine di cervello di topo

- TRATTAMENTI IN VIVO Impianti di minipompe osmotiche Alzet a lento rilascio (fino a 4 settimane) o cannule per iniezioni acute

- ELETTROFISIOLOGIA: Registrazioni elettrofisiologiche tramite tecniche di patch clamp e field potential

- IMMUNOISTOCHIMICA ED IBRIDAZIONE IN SITU.

- BIOLOGIA MOLECOLARE: Real TIME PCR (RT-PCR) per l’analisi quantitativa di micro-RNA di mRNA

- BIOCHIMICA: La quantificazione di molecole eseguita tramite la tecnica del - WESTERN BLOT, ELISA, o. tramite LUMINEX

- ISOLAMENTO LINFOCITI di uomo e di topo

- TEST COMPORTAMENTALI ED ESERCIZIO FISICO: Open Field Test (OFT); Elevated Plus Maze (EPM); Light-Dark Test (LDT); Murble Burying; Tail Suspension Test (TST); Forced Swim Test (FST). Nest Building test; Rotarod performance test; Grip Strenght Test. Esercizio volontario tramite running wheel.

 

Interessi di ricerca

 

 

 

L’obiettivo della nostra ricerca è quello di studiare i meccanismi molecolari e cellulari alla base dell’interazione tra sistema immunitario e compartimento sinaptico nella patologia della Sclerosi Multipla (SM), una malattia autoimmunitaria e neurodegenerativa del sistema nervoso centrale che causa disabilità neurologica principalmente nel giovane adulto. La disfunzione e/o danno del compartimento sinaptico, comunemente chiamata sinaptopatia infiammatoria sta emergendo sempre più come meccanismo patogenetico, indipendente da demielinizzazione, che porta a neurodegenerazione nella SM e nel suo modello sperimentale encefalomielite autoimmune sperimentale (EAE). Poiché la sinaptopatia è un processo precoce e potenzialmente reversibile, la caratterizzazione dei meccanismi molecolari e cellulari alla base di tale meccanismo patogenetico, potrebbe permettere di individuare nuovi target molecolari per le attuali (Disease modifying therapies e riabilitazione) e future strategie terapeutiche ed eventualmente di identificare nuovi biomarcatori della malattia (fattori solubili come citochine/chemochine, fattori di crescita, microRNA). Tale ricerca verrà condotta utilizzando un approccio multidisciplinare che comprenderà l’utilizzo di tecniche di elettrofisiologia, biologia molecolare, biochimica, immunoistochimica, e di analisi comportamentale in modelli animali di SM (EAE e modello Cuprizone) e in modelli chimerici ex vivo di SM.

Le linee di ricerca attualmente in corso sono le seguenti:

- Ruolo di mediatori solubili dell’infiammazione nella sinaptopatia infiammatoria in modelli murini di SM e in modelli SM chimerici ex vivo.

- Studio dell’effetto neuroprotettivo di farmaci attualmente in uso nelle terapie della SM.

- Ruolo della sinaptopatia infiammatoria nei disturbi dell’umore e cognitivi in modelli murini di SM.

- Studio dell’effetto benefico dell’esercizio fisico sulla sinaptopatia infiammatoria in modelli murini SM.

 

 

Progetti Di Ricerca

 

Progetto 5 X 1000 SR 2017-2019 Il ruolo dei linfociti umani nei meccanismi neurodegenerativi nella SM  

Progetto GR 2016_ GR-2016-02361163, Unità 2 Alessandra Musella: Interleuchina-9 e sclerosi multipla: biomarcatore e potenziale terapia

Progetto GR 2016_ GR-2016-02362380, Unità2 Diego Fresegna: Mediatori lipidici pro-risolutivi specializzati nella risoluzione della sclerosi multipla

Progetto FISM PI Rosella Mechelli Epstein-Barr virus genotypes in multiple sclerosis and their functional relevance in the disease etiology

Progetto RF-2018-12366144 Unità 2 Georgia Mandolesi dal titolo: Clinical relevance of miR-142-3p as potential biomarker of synaptopathy in Multiple Sclerosis.

Progetto GR-2018-12366154 PI Antonietta Gentile dal titolo: The cross-talk between immune, autonomic and central nervous systems as a target of exercise therapy in human and experimental Multiple Sclerosi.

 

Pubblicazioni

 

 

 

 

1. Gentile A, Musella A, De Vito F, Fresegna D, Bullitta S, Rizzo FR, Centonze D, Mandolesi G. Laquinimod ameliorates excitotoxic damage by regulating glutamate re-uptake. J Neuroinflammation. 2018 Jan 5;15(1):5. doi: 10.1186/s12974-017-1048-6. PubMed PMID: 29304807; PubMed Central PMCID:PMC5756343.

2. Musella A, Gentile A, Rizzo FR, De Vito F, Fresegna D, Bullitta S, Vanni V, Guadalupi L, Stampanoni Bassi M, Buttari F, Centonze D, Mandolesi G. Interplay Between Age and Neuroinflammation in Multiple Sclerosis: Effects on Motor and Cognitive Functions. Front Aging Neurosci. 2018 Aug 8;10:238. doi: 10.3389/fnagi.2018.00238. eCollection 2018. Review. PubMed PMID: 30135651; PubMed Central PMCID: PMC6092506.

3. Rizzo FR, Musella A, De Vito F, Fresegna D, Bullitta S, Vanni V, Guadalupi L, Stampanoni Bassi M, Buttari F, Mandolesi G, Centonze D, Gentile A. Tumor Necrosis Factor and Interleukin-1β Modulate Synaptic Plasticity during Neuroinflammation.  Neural Plast. 2018 May 14;2018:8430123. doi: 10.1155/2018/8430123. eCollection 2018. Review. PubMed PMID: 29861718; PubMed Central PMCID: PMC5976900.

4. Stampanoni Bassi M, Iezzi E, Marfia GA, Simonelli I, Musella A, Mandolesi G, Fresegna D, Pasqualetti P, Furlan R, Finardi A, Mataluni G, Landi D, Gilio L, Centonze D, Buttari F. Platelet-derived growth factor predicts prolonged relapse-free period in multiple sclerosis. J Neuroinflammation. 2018 Apr 14;15(1):108. doi: 10.1186/s12974-018-1150-4. PubMed PMID: 29655371; PubMed Central PMCID: PMC5899838.

5. Stampanoni Bassi M, Iezzi E, Landi D, Monteleone F, Gilio L, Simonelli I, Musella A, Mandolesi G, De Vito F, Furlan R, Finardi A, Marfia GA, Centonze D, Buttari F. Delayed treatment of MS is associated with high CSF levels of IL-6 and IL-8 and worse future disease course. J Neurol. 2018 Nov;265(11):2540-2547. doi:  10.1007/s00415-018-8994-5. Epub 2018 Aug 28. PubMed PMID: 30167879.

6. Stampanoni Bassi M, Gentile A, Iezzi E, Zagaglia S, Musella A, Simonelli I, Gilio L, Furlan R, Finardi A, Marfia A G, Guadalupi L, Bullitta S, Mandolesi G, Centonze D, Buttari F. Transient Receptor Potential Vanilloid 1 Modulates Central Inflammation in Multiple Sclerosis.  Frontiers in Neurology. 2019.  Manuscript ID: 416781

7.  Agresti C, Mechelli R, Olla S, Veroni C, Eleuteri C, Ristori G, Salvetti M. Oxidative Status in Multiple Sclerosis and Off-Targets of Antioxidants: the Case of Edaravone. Curr Med Chem. 2019 Jan 24. doi: 10.2174/0929867326666190124122752. [Epub ahead of print] PMID: 30678613

8. Castaldo I, De Rosa M, Romano A, Zuchegna C, Squitieri F, Mechelli R, Peluso S, Borrelli C, Del Mondo A, Salvatore E, Vescovi LA, Migliore S, De Michele G, Ristori G, Romano S, Avvedimento EV, Porcellini A. DNA damage signatures in peripheral blood cells as biomarkers in prodromal huntington disease. Ann Neurol. 2019 Feb;85(2):296-301. doi: 10.1002/ana.25393. Epub 2019 Jan 13.